Lo scovolino è uno strumento per l’igiene orale domiciliare, utile per rimuovere residui alimentari e placca batterica negli spazi interdentali dove con lo spazzolino non si riesce ad arrivare ma dove invece il filo interdentale ha un diametro non sufficientemente spesso.

Com’è fatto?

Questo strumento è formato da un asse centrale di metallo, ricoperto da un film protettivo di plastica per non ledere i tessuti gengivali, da cui dipartono numerose setole disposte a raggiera o a spirale.

Per rendere meglio l’idea puoi pensare alla spazzola che si usa comunemente per pulire l’interno e il collo delle bottiglie di vetro.

interdental brushes

Esistono vari tipi di scovolini, distinguibili dal tipo di testina e dal manico.

La testina si differenzia: dalla misura, in quanto può essere di diametro grande, media, piccola, fine ed extra fine, specificatamente dai 2 agli 8 mm di diametro e dalla forma dove le più diffuse sono la conica e la cilindrica.

La scelta del tipo di testina è importante per una rimozione sicura della placca senza gravare sui tessuti gengivali, la puoi concordare con la tua igienista dentale. In caso di indecisione meglio scegliere una misura più piccola del necessario così da non ferire le papille interdentali, soprattutto se stiamo utilizzando questo strumento da poco tempo.

Il manico può essere di dimensioni simili a quello di un classico spazzolino da denti, utile per raggiungere le zone posteriori, oppure di dimensioni ridotte detto anche scovolino “da borsetta”, più comodo per le zone anteriori. La scelta è soggettiva.

Come lo usiamo?

Dopo la normale spazzolatura dei denti, lo scovolino va inserito negli spazi interdentali, o sotto protesi fisse, con una leggera pressione senza forzare l’inserimento, poi mosso con movimenti orizzontali per alcune volte.

scovolino

Dopo averlo usato lo puoi sciacquare sotto l’acqua corrente, e se vedi che le setole iniziano a venir via è arrivato il momento di buttarlo e comprarne un altro.

L’uso dello scovolino è indispensabile in presenza di spazi interdentali ampi, per una migliore pulizia nei pazienti con apparecchio ortodontico, in presenza di impianti, ponti e protesi fisse.

E’ necessario per eliminare i batteri della placca che se non rimossi residuano e proliferano, anche in caso di regolare ed eccellente utilizzo dello spazzolino tradizionale o elettrico.